domenica 26 ottobre 2008

Amauri-gol; adesso tocca alle altre


La Juventus ha superato l'esame derby stendendo il Torino con un capolavoro dell'italo brasiliano Amauri. Un doppio passo fulminante e un sinistro potente rasoterra e che non lascia a Castellazzi il tempo per reagire e parare. Un gran gol che rilancia la Juve anche in campionato e lascia agli altri il compito di rispondere con i tre punti e lasciare che questa vittoria degli juventini rimanga valida solo a livello psicologico. i ragazzi di Ranieri hanno interpretato come ci si aspettava la gara, compatti, decisi e capitalizzando al massimo le occasioni avute o create autonomamente (vedi gol di Amauri). Questo pomeriggio toccherà alle altre tre big confermare quella fatto vedere sin d'ora o, nel caso della Roma, dare una virata decisiva per la classifica e il futuro della squadra capitolina. L'inter incontrerà in casa un genoa che fin'ora si è comportato davvero bene, e con un Milito che nelle ultime interviste ha dichiarato che non andranno a Milano certo in vacanza e anzi, sarà dura per l'Inter di Ibra&Co. Il Milan invece dovrà giocare in casa dell'Atalanta, la squadra di Del Neri negli ultimi anni è stato un vero e proprio tabù per i ragazzi di Ancelotti. Sono ancora freschi i gol subiti nella partita di ritorno a San Siro dove, una pioggia di fischi, fecce capire ai giocatori rossoneri che la fedeltà e la pazienza della tifoseria era al culmine della sopportazione. Ora la storia sembra differente, gli innesti estivi sembrano aver dato nuova linfa ai milanisti e, quale miglior test dell'Atalanta per scoprire se è ancora tutto come gli anni precedenti?
La Roma andrà ospite dell'Udinese nella partita che sicuramente sdarà il bigmatch pomeridiano con i friulani lanciatissimi sia in campionato che in Uefa. L'unica strada perseguibile dai giocatori di Spalletti è la vittoria, ma sarà tutto molto difficile, la condizione fisica e psicologica non è delle migliori e, dall'altra parte, Di Natale e Pepe sprizzano energie da tutti i pori.