lunedì 5 maggio 2008

Un capolavoro Milan


Come ha detto Kaka ai microfoni dei giornalisti che lo hanno intervistato a caldo nel dopo derby non ci poteva essere una domanica migliore per il Milan. Vittoria con l'Inter, non hanno visto i cugini festeggiare il tricolore nel derby casalingo e la Fiorentina ha fatto il passo falso contro il Cagliari. Adesso il Milan si è ripreso la sfida cittadina e il quarto posto che inseguiva da tempo. La partita è stata bellissima sin dall'inizio, finalmente a San Siro si sono riviste quelle coreografie che ne facevano uno degli stadi più affascinanti e belli dove giocare. Dopo il fischio di inizio in campo il pallone ha iniziato a roteare vorticosamente tra le gambe del centrocampo rossonero che ha comletamente mandato in bambola i cugini. Le due reti segnate a inizio ripresa sono state il giusto compenso per quello fatto vedere si li dagli uomini di Ancelotti, l'Inter si è accorta di non essere al parco sempione per un picnic solo dopo 65' e ha iniziato a giocare. Il solito Cruz ha segnato il gol che ha fatto temere il peggio, ma gli interisti non si sono mai avvicinati concretamente al pareggio. Dopo questo risultato clamoroso la classifica è stata completamente stravolta, se infatti la corsa salvezza ha visto uno sprint di Cagliari, Reggina e Siena, li davanti le cose sono cambiate in modo ancora più delicato. Il Milan ha infatti sopravanzato una stanchissima Fiorentina e la Roma ora ha solo 3 punti di distacco dall'Inter. Tre punti in 2 partite sono sicuramente un buon margine, ma se l'inter che si è vista ieri in campo è anche quella che affornterà il Siena di Beretta, bhè allora i romanisti hanno tutto il diritto di sperare nell'impresa. La squadra di Mancini è infatti sembrata comletamente svuotata, sembrava che giocasse con 2 uomini in meno. I rossoneri invece andranno a Napoli, una trasferta molto pericolosa se non fosse che il Napoli ormai ha raggiunto i suoi obiettivi e la voglia dei milanisti sarà sicuramente determinante per il risultato finale. l'unica certezza è che ci attende un'altra domenica al cardipalma, con la speranza che lo spettacolo la faccia sempre da padrone.

Nessun commento: