mercoledì 30 aprile 2008

Let's go England


da tempo ormai in Europa l'inglese è diventata la lingua continentale a livello burocratico e turistico, ora pare proprio che a livello calcistico ci sia poco da fare, l'inglese fa la parte del padrone. Sarà infatti una finale tutta inglese quella che vedrà opporsi una tra Chelsea e Liverpool all'ottimo Manchester che già padrone in Premier si è qualificato ieri alla finale di Mosca. Le avvisaglie si potevano notare benissimo anche negli scorsi anni, con il Liverpool che ormai pare essere abbonato alla finale, l'Arsenal che sfidò il Barça sempre all'epilogo della Champions e un Manchester che l'anno scorso non sfidò la squadra di Benitez solo perchè incappo nella serata magica del Milan del futuro pallone d'oro Kaka. E' chiaro che quello che era il punto debolo delle squadre inglesi, la difesa, sia migliorato notevolmente. La squadra di Ferguson ne è l'esempio lampante, la vittoria contro il Barcellona da molti è stata ritenuta un esempio scolastico di come una solida difesa dia certezze e sicurezza alla squadra che potrà così giocare certa di non doversi esporre troppo, perchè se è vero che sarà difficile subire gol, prima o poi uno arriverà. Così infatti è successo, nella doppia sfida a decidere è stato un gol del solito ed immortale Schools. A questo punto aspettiamo stasera di vedere chi tra il solito Liverpool e il Chelsea avrà l'amelio. I favori della critica vanno ovviamente sulla squadra capitanata da Gerrard. Sembra infatti che benitez sia riuscito a trovare una legge matematica per portare regolarmente la sua squadra alla finale. Certo il punteggio fa partire Drogba e compagni con un leggero vantaggio, ma tutto quello che si è visto nella partita d'andata lascia sperare i tifosi di Liverpool. L'unica certezza è che in finale si parlerà inglese, e forse ancora per molto se le nostre squadre non diventeranno molto più concrete, sull'esempio di quel Milan che partiva da una difesa micidiale per poi affidarsi alle sue stelle in attacco.

Nessun commento: