mercoledì 12 settembre 2007

Quelli dell'ultima spiaggia


Oggi si decide forse il futuro di Donadoni che con la sua Nazionale sembra essre arriato allo svincolo dell'Europeo e della sua contestuale permanenza sulla panchina italiana, ma si decide anche il futuro di Ronaldo, che farà rientro a Milanello dove ad attenderlo troverà un furente Galliani che metterà il Fenomeno davanti a una scelta, o comportamenti più seri e neinte più "fuitine" in Brasile o il Milan rescinderà il contratto del giocatore. Sono storie diverse ma pur sempre di sportivi arrivati ormai a un vicolo cieco, o si migliora e tanto o si va a casa. Per il CT della Nazionale non sarà più possibile fare errori, ne tranquilli pareggi ricchi di rimpianti. La vittoria deve essere l'unica alternativa di questa squadra che si è vista superare dalla scozia nell'ultima giornata delle qualificazioni per l'Europeo che si terrà in Svizzera ed Austria. La squadra è sicuramente superiore alla compagine dell'Ucraina, ma come si è visto in queste ultime partite l?italia non è esattamente quello che potremmo definire un carrarmato pronto a schiacciare ogni avversario. Al contrario sono la mancanza di veri fuoriclasse e di quella grinta che ci fece vincere il mondiale che balzano agli occhi. C'è chi da la colpa a un gruppo che obiettivamente poco può fare con quello che la condizione fisica e la tecnica gli concede, e chi invece ritiene che sia il tranquillo, e forse anche un pò troppo posato Ct della Nazionale che non da la giusta carica e sopratutto i giusti moduli a questa squadra. In ogni caso stasera o in molti faranno le loro scuse a Donandoni o in molti ne vorranno la testa su un piatto d'argento. La storia di Ronaldo è invece decisamente diversa, lui è forse vittima dello staff medico del Milan e ha visto nel suo medico brasiliano, il Dott. Runco, l'unica soluzione al suo male, l'unica persona che avrebbe dato la diagnosi esatta (come del resto è stato) e sarebbe stato anche l'unico che sarebbe riuscito a metterlo in piedi pronto per il campionato. Ma il Milan ammesso l'errore di diagnosi non è però disposto a lasciare il fenomeno in Brasile dove, sarebbe decisamente difficile seguirne il percorso medico e assicurarsi che le uniche intenzioni di Ronaldo siano quelle di recuperare dal'infortunio e non invece gozovigliare nel suo habitat naturale. così oggi Ronaldo dopo il dictat della società farà il suo rientro a Milanello, Galliani chiarirà quale dev'essere il comportamento del giocatore nel futuro per potersi continuare a ritenere un giocatore del Milan. Adeso il fenomeno dovrà lavorare per un mesetto, forse milano gli sta ritornando a star stretta, ma la sua unica chance di uscire da questo brutto momento sarà quella di lavorare e affidarsi ai medici che sino a una settimana fa aveva sbagliato diagnosi e cure per il suo male.

Nessun commento: