sabato 25 agosto 2007

INIZIA IL GRANDE SHOW


Finalmente si riparte, lo sport più amato dagli italiani riprende oggi a far divertire ed emozionare i milioni di fans che ogni anno seguono la propria squadra del cuore. In molti dicono che questo sarà il primo vero campionato di serie A dopo lo scandalo di calciopoli. E' sicuro che sarà uno dei campionati, almeno in apparenza e sulla carta, tra i più equilibrati e combattutti. Se l'Inter campione d'Italia infatti si è rinforzata con gli innesti mirati di Suazo e Chivu, la Roma ha completato la propia rosa con nomi che fanno sognare i tifosi, come Giuly e Cicinho, per non dimenticare Esposito o Juan. Altro discorso vale per il milan campione d'Europa, la squadra di carlo ancelotti è stata quasi immobile sul mercato convinta della propria forza e che un'ottima preparazione e una partenza senza handicap sarebbe stata sufficiente a colmare il gup con i neroazzurri. Poi vanno aggiunti gli innesti di Emerson, che a centrocampo è una certezza di valore e quello di Pato, un diciottenne dalle grandi prospettive e che sicuramente in questi mesi di impossibilità di disputare partite ufficiali, avrà il tempo di inserirsi e integrarsi con il "mondo-milan". Le altre squadre, capitanate dalla juventus vengono subito dietro e hanno voglia di stupire tutti. In primis proprio la Juve, che guidata da Ranieri e con una solida base di campioni affermati, prova a far amalgamere i nuovi arrivi e creare una seria concorrente almeno per la zona Champions. I primi quattro posti sono proprio quelli che creeranno la gabarre tra le piccole che sognano di diventare grandi. E alla griglia di partenza troviamo una Lazio che si vuole riconfermare, un Palermo che con Amauri e Miccoli ha uno dei migliori attacchi e la Fiorentina dei giovani, con in testa Montolivo e Pazzini. Non si devono poi dimenticare Napoli, Genoa e Torino, che cercheranno di sorprendere tutti, trascinati da una tifoseria presente ed accesa. E proprio le tifoserie creano il primo caso dell'anno sul fronte violenza, è stata infatti proibita la trasferta al tifo organizzato milanista dopo che a Genova in diversi muri della città erano apparse scritte violente e preoccupanti per il tranquillo decorso della partita. Speriamo siano state solo delle bravate e che la partita si svolga nel modo più corretto, regalando solo sport e spettacolo ai migliaia che affolleranno il marassi. E' tutto pronto e stasera si inzia, allora amanti del bel calcio tenetevi pronti, come meglio credete, perchè questo sarà un grande campionato.

Nessun commento: