giovedì 5 luglio 2007

RONALDO VUOLE TORNARE FENOMENO, E ADRIANO VUOLE IL MILAN!


Come è naturale che sia discutiamo da più di un mese dei nomi caldi del calciomercato, affianchiamo alla squadra rossonera un numero di giocatori che alcune volte rasenta la pura fantasia, se esistesse un attaccante alieno anche lui farebbe parte dei papabili per la campagna acquisti milanista. Quello che però potrebbe essere il vero innesto della squadra di via Turati è Ronaldo. Dobbiamo ricordarci che questo è il migliore attaccante degli ultimi anni e forse uno dei migliori della storia del calcio, colpi eccezzionali, classe infinita e visione del gol impressionante. In brasile sta ultimando le sue vacanze insieme alla compagna e al piccolo figlio di 7 anni, nelle foto si vede un ragazzo in forma, sereno e voglioso. Da qualche giorno insieme alla sua famiglia è arrivato anche il preparattore atletico del Milan Tognaccini che a dir suo ha inziato a farlo faticare, correre, e sudare per questa nuova stagione. Sembra una nuova persona Ronaldo, sembra finalmente tornato ad avere quella determinazione e quella voglia che lo ha reso il numero uno, il Fenomeno. Ha da poco rilasciato un'intervista alla gazzetta dove si evince la sua voglia di tornare, la sua determinazione nel riconquistarsi sul campo quell'appellativo. La frase che da l'immagine di quello di cui si parla è una e chiara :"“Darò il massimo per il mio club. Il Milan mi ha restituito la felicità e forse non può neanche capire il bene che mi ha fatto. Io non lo dimentico”. Quando dice che il Milan forse ancora non ha capito quanto bene gli possa aver fatto magari si rivolge anche a noi tifosi o solo appassionati di calcio, forse sottovalutiamo quello che ancora può fare Ronaldo e che ancora questo ragazzo può fare la differenza, può essere il numero uno. La scorsa stagiona, seppur grasso, seppur "finito" seppur dissoluto e festaiolo ha siglato 11 gol con la maglia rossonera, siamo sicuri che il prossimo anno, con una preparazione inziata un mese prima degli altri non possa davvero essere quell'acquisto che vale i 40 milioni di Eto'o? Io ho la certezza che un attacco con unico terminale Ronaldo, con Kaka e perchè no Pato possa ancora essere l'attacco più forte al mondo, con rincalzi del calibro di Gilardino e Inzaghi il Milan può ancora ottenere molto, può ancora salire sul tetto d'Europa, e forse il prossimo Novembre anche sul tetto del mondo.
Altro 'problema' è quello legato ad Adriano, che, sempre dal Brasile ha rilasciato un'intervista a un'emittente brasiliana che qui in Italia ha lasciato basiti in molti. Ha detto, e non è certo questo un montaggio giornalistico, che gli piacerebbe molto giocare nel Milan (ebbene si) o nel Real Madrid perchè sarebbero compagini che gli darebbero la possibilità di giocare di più e di tornare quell'imperatore che due anni fa era seriamente caldeggiato dai più per vincere il pallone d'oro. Adesso il faccione rotorndo e paffuto non fa certo immaginare grandi corse e potenza dirompente che tramuta tutto in gol, ma si sa, sotto quei 10kg di surplus si nasconde un campione dalle potenzialità immense, e giocando nel Milan, attorniato da un gruppo unitissimo, senza beghe Argentina-Brasile, forse potrebbe trovare il clima giusto, le giuste motivazioni, e dubito che esista al mondo qualcuno che negherebbe il fascino di un trio Ronaldo-Kaka-Adriano, un potenziale attacco da 50 gol in campionato (20-10-20). E' vero che come lo capiamo noi, lo potrebbe anche capire l'eterno sognatore Moratti, che dopo i numerosi casi di ex interisti diventati 2 volte campioni d'Europa e anche campioni d'Italia potrebbe decidere di mettere adriano a tagliare l'erba di San Siro pur di non venderlo ai cugini. Ma ormai la volontà del giocatore sembra essere importantissima, se non decisivia, quindi in via Turati non pongono limiti alla provvidenza, come già datto dal presidente Berlusconi.

Nessun commento: