martedì 3 luglio 2007

PERCHE' KAKA NON PARLA??


Che Calderon sia un eccentrico spendaccione, e che le spari più grosse di tutti i suoi colleghi era risaputo già da un pò di tempo. Che Galliani e la società rossonere non vogliano assolutamente privarsi del fenomeno brasiliano Kaka sembra ormai una certezza, un dogma. I giornali però continuano a spendere fiumi di inchiostro su Kaka e sulla sua partenza a Madrid. La storia che bisogna vendere i giornali in tempi di magra come questi estivi ha le sue buone ragioni, ma, il fatto che kaka viva sotto una campana di vetro e non rilasci nessuna dichiarazione che possa chiarire la situazione e semmai, se parla il giorno dopo i titoloni sono ancora più grossi, è quant'omeno imbarazzante. Imbarazzante per i tifosi sopratutto, che si vedono rimbalzati tra una notizia e l'altra tra una foto, o fotomontaggio che sia e l'altro. Presumo che il padre di Kaka o chi per lui abbia una partecipazione in As, altrimenti non vedo il motivo di continuare a far scrivere certe cose. Altrimenti non vedo il motivo della mancata dichiarazione "io VOGLIO restare al Milan". Senza altri fronzoli, senza ringraziare per l'attenzione del Real, senza fare i complimenti a chicchessia. Presumo che all'indmani Calderon dovrebbe finirla, a pena di sembrare un pò ritardato, Galliani potrebbe farsi qualche giorno di vacanza, visto che non si sta certo spremendo per il mercato, e Berlusconi potrebbe continuare a pensare a Shevcenko. Probabilmente sotto c'è il tentativo di kaka di farsi adeguare il contratto, ovviamente il fatto che il Real gli offra una cifra doppia rispetto a quella percepita adesso forse contribuisce nell'evitare che ancora dica quelle paroline sopra citate. Basterà una firma e poi magicamente saprà dire "no grazie", anzi semplicemente "no"??. Troppo facile forse, i giornali non gradirebbero, un "no", non riempirebbe nemmeno mezza paginata.

Nessun commento: