venerdì 29 giugno 2007

E ADESSO SPUNTA CASSANO


E' arrivato il momento di giocarsi la carta di Cassano, il super discusso talento barese. Chiamarlo ancora talento fa un pò ridere, ormai l'età non è più quella dei 18 anni del Bari, sono passati diversi anni, uno scudetto alla Roma e adesso quello al Real Madrid. Quella spagnola pareva essere la consacrazione di Cassano, la sua ultima possibilità di affermarsi definitivamente nel calcio che conta, tantopiù che ad allenarlo aveva trovato il suo maestro e l'unico allenatore che era riuscito a farlo giocare, Capello. Ma anche con Capello le cose non sono andate benissimo, tra una panchina e una tribuna e aumentato la voglia di cambiare aria del giocatore e già lo scorso Gennaio il Milan era vicino al suo acquisto, per poi deviare felicemente su Ronaldo. in questo momento del mercato dove le trattative più importanti per i rossoneri sembrano essersi arenate, Galliani ammette che il talento barese gli è sempre piaciuto e sarebbe una buona idea quella di portarlo a Milano. Ancelotti potrebbe essere l'allenatore giusto per addomesticarlo, e la società rossonera potrebbe anche riuscire a fargli mettere la testa apposto. Se così fosse, e il suo tanto osannato talento riuscisse ad esplodere, bhè, ci troveremmo davanti a un campionissimo e il Milan avrebbe fatto un ottimo affare. ma c'è il grosso rischio che nemmeno Maldini & co. riescano a far calmare i bollenti spiriti di cassano, in quel caso si potrebbe creare un clima non idilliaco all'interno della squadra, e si sa, il Milan punta molto sull'unità del gruppo, sulla unione di intenti. In questo caso potrebbero essere due le strade che si presenterebbero: la creazione di due fazioni interne, o l'isolamento del giocatore barese. E' sicuramente una scommessa, ma non so bene perchè ma a mio parere il clima rossonero, la soggezione che può creare solo un'occhiata di maldini potrebbe far capire a cassano cos'è il calcio, cos'è il rispetto e cos'è l'educazione. Potrebbe maturare e diventare una delle colonne del Milan e della Nazionale. Potrebbe, appunto, purtroppo l'incognita e grande, e il Milan si può permettere di rischiare?

Nessun commento: