mercoledì 20 giugno 2007

ARRIVA SUAZO, IRA MORATTI; E GILA?


Quella che ieri mattina era solo un'indiscrezione,quella che poteva essere solo un'altra delle sparate dei giornali per vendere qualche copia in più quella mattina, alle 10 si è trasformata in realtà. Dopo le voci che si rincorrevano è arrivata la certezza, prima dalla voce di cellino, che ha detto di aver firmato il contratto con il Milan, e poi, dalla stessa società di via Turati, che ha reso noto come nella notte si sia conclusa felicemente la trattativa che portava suazo al Milan. E' evidente che le reazioni sono state immediate e veementi. Il presidente Moratti è rimasto a dir poco contrariato rilasciando queste dichiarazioni :"Non ci sono ragioni per aver fatto questo visto che c'era un accordo completo con loro. Il giocatore comunque ha firmato per noi, la vicenda non è chiusa. Cellino non mi ha trovato? È una bugia perchè non mi ha mai cercato. Anche l'atteggiamento del Milan è poco giustificabile, i caratteri li conosco...". Sta di fatto che Cellino ha risposto promettendo che presenterà i tabulati telefonici della società rossoblu. Altro amareggiato dalla situazione è Mancini, che secondo alcune fonti sarebbe anche stato vicino ad abbandonare la panchina dell'Inter, infastidito dalla superbia con la quale Branca avrebbe trattato l'affare, rilasciando poi queste dichiarazioni alla Gazzetta :"Sono esterrefatto, senza parole non so che dire. Cosa è successo? All'Inter c'è un operatore di mercato che si chiama Marco Branca e un presidente che si chiama Massimo Moratti. Dovrebbe rivolgersi a loro, nessuno mi ha avvisato". In casa Milan invece Galliani continua a dire che non c'è stato nessuno sgarbo da parte dei rossoneri, giustificando la trattativa con il fatto che Cellino aveva garantito la fine della trattativa con l'Inter. Oggi però quasi tutti i giornali hanno riiniziato a trattare i soliti argomenti relativi alla difficile permanenza di Gilardino alla corte di Ancelotti. A questo proposito Galliani è stato molto chiaro, il giocatore non verrà ceduto perchè queste sono le volontà della società e della punta biellese. E comunque anche nell'ipotesi che il Gila decida di partire la società che vorrà acquistarlo dovrà comunque sborsare non meno di 24milioni di euro. Pare quindi improbabile che il Milan lasci partire la giovane punta azzurra, anche considerato il fatto che Oliveira verrà quasi certamente ceduto, e la tanto citata 'abbondanza in attacco' verrà meno. Nei prossimi giorni ne sapremo di più e vedremo anche i primi calciatori che lascieranno la società rossonera, a quel punto vedremo quali sono le partenze e i prossimi arrivi, e già si parla di Tiago.

Nessun commento: