giovedì 17 maggio 2007

Uefa : Che finale!!

Uefa: che finale!

Ieri sera all’Hampden Park di Glasgow è andato in scena l’atto conclusivo della coppa Uefa, la partita tutta spagnola tra Siviglia ed Espanyol. Un derby tra squadre iberiche che ha veramente entusiasmato non solo i propri tifosi ma anche chi si fosse messo davanti alla tv. Una partita a viso aperto ricca di emozioni. La tanto bistrattata Coppa Uefa ha infatti fornito un bellissimo spettacolo, con una partita che è iniziata con una supremazia del Siviglia che si è portato in vantaggio con Adriano al 18' che ha concluso una bellissima azione in contropiede, per poi avere il pareggio dell’Espanyol al 28’ con Reira. La ripresa ha visto l’espulsione di Hurtado per la squadra di Valverde che ha lasciato il Siviglia totale padrone del campo e del gioco, e al 105’ è arrivato il gol del vantaggio Sivigliano che era nell’aria già da molti minuti. A questo punto, con una squadra in superiorità numerica, che domina e sembra poter segnare il definitivo 3-1 in qualsiasi momento succede quello che rende il calcio uno strano sport, bello ed emozionante, con un repentino capovolgimento di campo e un tiro scoccato da una trentina di metri, Jonatas porta la sua squadra ai rigori. E qui come tutti sanno la lotteria dei penalty avrebbe potuto premiare entrambe le squadre, o l’ottimo Siviglia che ha dominato la finale o il mai morto Espanyol che con tanto coraggio e cuore aveva creduto in questa vittoria. Sappiamo tutti com’è andata a finire, il Siviglia per la seconda volta consecutiva porta a casa una coppa Uefa che per la squadra di Juande ramos potrebbe solo essere una delle soddisfazioni di una stagione spettacolare che vede la sua squadra ancora in lotta per la Liga e in finale di Coppa del Re. E’ stato un bello spot per il calcio, in attesa che la più blasonata finale di Champions possa dare altrettante emozioni e magari, per la gioia dei tifosi milanisti, ed italiani, regalare una vittoria al Milan prima dei calci di rigore. Appuntamento al 23 allora, e che vinca il migliore ma anche lo spettacolo.

A.Angelo Balia

Nessun commento: